giovedì 13 settembre 2012

profumo di nulla


Il ministro profumo promette un computer per ogni classe. Ma le scuole italiane cadono letteralmente a pezzi

http://www.repubblica.it/cronaca/2012/09/12/news/pordenone_crolla_tetto_scuola_elementare_mancavano_poche_ore_all_apertura-42419725/?ref=fbpr 

http://www.repubblica.it/scuola/2012/09/12/news/profumo_scuola_digitale_2012-42406146/?ref=HREC1-7 

 

La scuola pubblica Italiana ha seri e certificati problemi di didattica . Ha inoltre un evidentissimo problema di gestione delle risorse finanziarie a sua disposizione: taglia quelle destinate ai servizi diretti (meno insegnanti, meno tempo pieno, meno bidelli, meno sostegno, riduzione degli orari) ed aumenta esponenzialmente quelle destinate ai c.detti "progetti formativi":  un universo di iniziative la cui spesso dubbia valenza didattico-formativa è sottoposta a controlli molto arbitrari e approssimativi...

Chi si aspettava, da un Ministro "tecnico", delle premesse per cominciare a mettere mano a questi problemi è rimasto deluso: nel corso della presentazione del nuovo anno scolastico ci è stato propinato il solito brodino insipido condito di propaganda politica sciatta e obsoleta 

già, obsoleta! perchè promettere "un computer in ogni classe..." oggi, nel 2012, signori miei, diciamolo, sarebbe più consono ad un ministro del Burkina Faso.

...che d'altra parte, a questo punto, sospetto essere più avanti di noi!

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.